Umbraco, content manager .net pregi e difetti

Negli ultimi mesi ho iniziato a lavorare ad un nuovo portale realizzato utilizzando il CMS Umbraco, una piattaforma sviluppata in ASP .NET tutt’altro che Friendly, come invece vuol farci credere il claim che campeggia in bella mostra sopra il suo simpatico logo.
Diciamo che essendo abituato alla semplicità dell’interfaccia user friendly di WordPress il primo approccio con Umbraco è stato alquanto traumatico, il suo backoffice è poco intuitivo e se non si hanno delle spiccate capacità informatiche diventa davvero difficile capirci qualcosa, questo mi fa assolutamente asserire che si tratta di un CMS orientato agli sviluppatori e non agli utenti finali, quindi se state pensando di utilizzarlo per i vostri progetti tenete presente questa caratteristica prima di consegnare al cliente un prodotto che non sarà mai in grado di utilizzare.
Per tutti coloro che invece vorranno inizare ad utilizzare questo CMS avverto che la sua curva di apprendimento è davvero molto ripida, soprattutto se si decide di fare tutto da soli, ma diventa un pochino più semplice se qualcuno che lo sta già usando vi può introdurre al suo uso spiegandovi le funzioni basilari che vi consentiranno di comprenderne l’uso e la sua logica interna.
Il supporto è un’altra nota dolente infatti sulla rete, a parte il forum ufficiale http://forum.umbraco.org/ in lingua inglese, sono pochi i posti dove trovare informazioni e se si vuole accedere ai tutorials messi a disposizione dalla Umbraco TV si deve stipulare un abbonamento mensile del costo di 19 €.
Ma se già è difficile reperire informazioni e supporto in lingua inglese, chi volesse trovare qualche cosa in italiano si dovrà mettere l’anima in pace perchè la community italiana è praticamente inesistente, e l’unico sito di riferimento ovvero Umbraco Italia che non viene quasi mai aggiornato e sul quale è presente un forum dove nessuno risponde ai quesiti posti.
Alla luce di questa seconda considerazione posso quindi affermare che se non conoscete bene l’inglese dovreste accantonare l’idea di utilizzare questo CMS.
Come ultimo punto volevo parlare dei plugin messi a disposizione per implementare le funzionalità del CMS, e anche qui mi trovo a dire che sono davvero pochi comparati all’immensita di quelli messi a disposizione da WordPress che riescono a soddisfare tutte le esigenze, anche le più strane e senza la necessità di conoscere nemmeno una riga di codice di programmazione.
I plugin di Umbraco infatti sono pochi, non sempre semplici da utilizzare e magari anche poco adatti all’uso specifico che ne dobbiamo fare che alla fine rende inevitabile la necessità di scrivere da zero dei componenti da utilizzare per i nostri scopi.
Ora lascio giudicare a voi se intraprendere o no l’utilizzo di questo CSM.

4 Risposte

  1. Alessio scrive:

    Ciao,

    Umbraco e wordpress sono due strumenti diversi con finalità diverse; paragornarli ha senso fino ad un certo punto. Umbraco si pone come framework al quale è agganciato un cms.. tanto che nelle prossime versioni sarà possibile installare il core da solo senza il cms per permettere di scrivere la propria applicazione. WordPress è un CMS editoriale, chiavi in mano.
    Ognuno ha i suoi punti di forza e di debolezza. Io li utilizzo entrambi da tempo a seconda delle esigenze del cliente.
    Ciao
    Alessio

    • Queste tue parole sono preziose, e riflettono un pò la realtà dei fatti.
      Dico un pò perchè in realtà non è esattamente così difficile interfacciarsi con Umbraco. E ti assicuro che, utilizzato e configurato come si deve, viene utilizzato regolarmente da persone che hanno poco o niente a che fare con l’informatica.
      Accetto, e sottoscrivo, la parziale “inattività” della community. Abbiamo, e stiamo risolvendo, dei problemi “tecnici” che non ci consentono di essere attivi come vorremmo. Ma abbiamo, appunto, bisogno anche di gente come te, con le sue critiche, per rimanere attivi. Quindi sei comunque ben accetto su Umbraco Italia per eventualmente sopperire con suggerimenti e inviti!

  2. Penso che qualunque sia il claim di ogni CMS o simile, l’unica cosa da fare per utilizzarlo bene sia tanto studio e olio di gomito. Sono partito con lo studio di Drupal e dopo tonnellate di manuali sono arrivato a dire, ma ne vale la pena? poi sono passato a wrodpress e devo dire che per un uso non base, quindi con possibilità di espansione, non è per nulla male.
    Ora leggo queste info su Umbraco, sono curioso di provarlo, ma alla fine, ne varrà la pena? mah… non cè mai fine al mondo cms.

  3. fabrizio scrive:

    Come hai detto tu nel tuo articolo provabilmente è ancora presto per usare appieno CMS, il logo però è molto bello.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com